Benvenuto su X3 Por Tres

Iscriviti alla newsletter e ottieni 15% off 🔥

Lara Meccico, dal tennis al padel: obiettivo Nazionale

Lara Meccico, dal tennis al padel: obiettivo Nazionale

Lara sta continuando a lavorare duramente ogni giorno con Cristian Calneggia (argentino di grande esperienza che due settimane fa ha trionfato nell’ultima tappa del circuito Slam by Mini a Giulianova): l’obiettivo è togliere sempre più i “vizi” derivanti dal tennis per fare spazio al gioco del padel

In questi ultimi anni la padel mania è cresciuta esponenzialmente, colpendo tutti, compresi tennisti ed ex tennisti. Tra questi anche Lara Meccico, ex promessa del tennis italiano che è stata anche numero 13 tra le Under 16 in Europa. La mancina di Cosenza non è riuscita a sfondare nello sport con cui è cresciuta (per vari motivi, tra cui infortuni e troppe pressioni) e, dopo una lunga avventura in America (Lara ha giocato per quattro anni in un club delle Hawaii e poi ha fatto da coach per tre anni in una squadra di tennis in Texas) e la nascita del figlio nel 2020, ha riscoperto due anni fa il piacere della competizione grazie appunto al padel. 

Ho giocato per la prima volta nel settembre del 2021 e mi è piaciuto subito – spiega Lara -. All’inizio giocavo giusto per divertimento, poi, vedendo che mi divertivo molto, ho deciso di cominciare a fare sul serio”. Una decisione che ha “costretto” la classe 1990 ad allenarsi molto per adattarsi al nuovo sport, decisamente diverso sotto alcuni aspetti rispetto al tennis. “All’inizio il passaggio è stato traumatico – racconta Meccico -, ovviamente ci sono degli automatismi nel tennis che fanno male nel padel, come per esempio far passare la palla”. 

“Ci vuole tempo per cambiare stile di gioco - prosegue la nativa di Cosenza -. Dove ho trovato maggiori difficoltà è stato in difesa, che ancora adesso è il punto più drammatico, soprattutto a causa del vetro che non è facile da capire per gli ex tennisti”. Per questo Lara sta continuando a lavorare duramente ogni giorno al Chiappetta Sport Village con l’italo-argentino Cristian Calneggia (fresco vincitore dell’ultima tappa del circuito Slam by Mini a Giulianova): l’obiettivo è togliere sempre più i “vizi” derivanti dal tennis per fare spazio al gioco del padel.

Intanto, però, le prime soddisfazioni a livello professionistico sono già iniziate ad arrivare. Tra queste una delle più importanti è sicuramente la conquista della terza posizione nel ranking italiano. “Sono sicuramente soddisfatta per la mia scalata nella classifica nazionale – commenta la nativa di Cosenza -, anche se so che ci sono delle giocatrici che dovrebbero essere davanti a me, ma che sono dietro perché giocano solo i tornei internazionali. Comunque quando ho iniziato il mio obiettivo era di diventare tra le migliori in Italia e quell’obiettivo è stato già centrato”.

Un bellissimo traguardo per Meccico, che ha ormai fatto vedere diverse volte di essere arrivata al livello delle migliori giocatrici italiane. Le dimostrazioni di forza più grandi si sono viste soprattutto nelle ultime due tappe del circuito Slam by Mini, dove Lara si è spinta fino in finale in entrambe le occasioni.

Nel primo caso, a Osimo (in provincia di Ancona), la classe 1990 ha disputato il torneo insieme a Valentina Tommasi, mentre nel secondo, a Giulianova (in provincia di Teramo), ha giocato con Martina Parmigiani: in entrambe le occasioni il livello di gioco è stato molto alto ed è arrivata poi la sconfitta soltanto nell’ultimo atto contro Giulia Sussarello ed Emily Stellato (per 6-4 6-2 sia a Osimo che Giulianova). “Con Giulia ed Emily abbiamo perso già due volte, ma arrivare entrambe le volte in finale è già un grande risultato – afferma Meccico -. Sicuramente ho pagato un po’ di inesperienza di fronte a due giocatrici di grande spessore”. 

Visto che il livello e la consapevolezza nei propri mezzi stanno aumentando sempre più, ora Lara punta ancora più in alto. “Adesso vorrei continuare a fare bene nei tornei italiani e anche scalare la classifica FIP, per poi poter accedere al Premier Padel”. I prossimi impegni sono già programmati: ricco Open a Forte dei Marmi, FIP Rise a Sassuolo e poi ancora eventi FIP, le altre tappe del circuito Slam e, se ci sarà l’occasione, qualche previa del World Padel Tour.

Ma chi sarà la compagna dei prossimi tornei? Non è ancora chiaro del tutto. “Sono rimasta d’accordo con Martina Parmigiani che giocheremo il prossimo Slam insieme e forse anche il FIP a Sassuolo – svela la classe 1990 -, mentre per gli altri eventi non ho ancora una compagna e quindi vedrò poi in base ai tornei”.

A 33 anni la nuova vita sportiva di Lara è soltanto all’inizio. Ora per lei sarà importante continuare su questa strada, per crescere ulteriormente e mettersi sempre più in mostra. Così facendo la giocatrice italiana avrà sicuramente delle possibilità di realizzare il suo sogno più grande, ovvero quello di entrare a far parte della Nazionale

Credits: https://www.fitp.it/Federazione/News/Padel/Lara-Meccico-intervista